Idrovolanti: presentata al convegno di Gallipoli la compagnia One Aviation di base alla Spezia

Tempo di lettura: < 1 minuto

Gallipoli – “All’IdroSummit 2024-Seaplanes & Tech Convention” organizzato dall’Associazione Aviazione Marittima Italiana sono state presentate alcune importanti novità.

Tra esse la presentazione della nuova compagnia aerea One Aviation, con base alla Spezia, che utilizzerà un idrovolante “Cessna 208 Caravan” per collegamenti nell’area del nord-ovest d’Italia.

Altre novità sono state la presentazione dello sviluppo di due nuovi idrovolanti, il “Pha-ze 100”, velivolo anfibio elettrico da 19 posti frutto della collaborazione tra la società svizzera Jekta e l’azienda toscana MBVision, e il “Seagull”, idrovolante dotato di ala retrattile in fase di sviluppo presso l’azienda napoletana Novotech.

A seguire è stato presentato il progetto dell’Aviazione Marittima Italiana per attivare collegamenti avioturistici con idrovolanti in collaborazione con la compagnia aerea norvegese Scandinavian Seaplane e con Aeroporti di Puglia.

Va sempre ricordato che nei primi decenni del secolo scorso, l’Italia fu leader assoluto a livello mondiale nella costruzione e nell’impiego di idrovolanti per il trasporto di linea in molte regioni della penisola, e che il Golfo della Spezia è considerato la culla di questo settore tanto da essere ribattezzato il Golfo degli idrovolanti con base a Cadimare, dove tutt’ora è inattività un presidio dell’Aeronautica Militare Italiana.

Lo ricordammo a suo tempo su questo giornale anche a beneficio della stessa Associazione Aviazione Marittima Italiana che nei primi comunicati non incluse il Golfo degli idrovolanti tra le sue citazioni storiche, attenzione recuperata subito dopo il nostro appunto semplicemente “ad adiuvandum” che ha poi portato ad includere un progetto spezzino tra le novità, come si è visto sopra, del convegno di Gallipoli.

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter