Ultimi Articoli

Lerici risponde alla richiesta da Kiev del concittadino Costantino Passalacqua con un concerto per la Pace all’Astoria

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LERICI – Mozart, Liszt, Fribbins e Szymanowski compongono il repertorio della serata dedicata alla Pace che l’Amministrazione comunale di Lerici ha voluto organizzare per sabato 5 marzo alle 21 al teatro Astoria, in risposta alla richiesta avvenuta via social dal concittadino Costantino Passalacqua residente a Kiev da diversi anni e che ha scelto di restare in Ucraina per combattere contro l’invasione russa.

Costantino da che qualche giorno fa aveva postato: “A tutti i miei amici musicisti lericini e non, e siete tanti, per favore fate un concerto per la pace, perché la Russia si ritiri dall’Ucraina”.

E’ così che il duo collaudato del violinista Alberto Bologni, titolare della cattedra di violino al Boccherini di Lucca e del pianista Giuseppe Bruno, direttore del Conservatorio di Spezia, ha raccolto l’invito del sindaco Leonardo Paoletti ed in quattro e quattr’otto ha messo in piedi un programma da loro pensato appositamente per l’occasione. “Se la musica può essere racconto, il racconto stesso si può presentare in mille maniere: Liszt trae spunto da un Sonetto di Michelangelo; Fribbins parte dal Canto VI dell’inferno per creare un pezzo di musica dai contrasti
violentissimi; Szymanowski, compositore nato in Ucraina nel 1882 si ispira a ninfe e driadi per concepire il vertice della letteratura violinistica del 900, mentre, in apertura di concerto, la serena malinconia mozartiana ci invita implicitamente a deporre l’aggressività così radicata nella storia umana a favore di un superiore equilibrio dello spirito” con queste parole Giuseppe Bruno spiega il significato del programma selezionato per la serata e prosegue: “Con questo concerto, io e il mio collega Bologni, offriamo alla Città di Lerici il nostro personale contributo per un appello artistico alla pace e al rispetto tra i popoli”.

Leonardo Paoletti aggiunge: “La pace non può che essere l’unico obiettivo per l’umanità assieme all’affermazione dei principi della democrazia e del rispetto dei popoli. Ho raccolto la richiesta del nostro concittadino Passalacqua al quale con questo evento tutta la comunità lericina manifesta vicinanza. Ringrazio il direttore del Conservatorio della Spezia Giuseppe Bruno e il collega Alberto Bologni che hanno accettato senza remore ed in qualche ora hanno concluso l’organizzazione di questo concerto che sarà un modo per riunire la comunità sotto il segno della solidarietà. Un ringraziamo anche alla ditta Menicagli che ha messo gratuitamente a disposizione il pianoforte per il concerto”.

L’accesso al teatro sarà gratuito e concesso previa presentazione del super green pass. L’evento fa parte degli appuntamenti organizzati dal Comune di Lerici a favore della pace che comprendono anche l’alzata della bandiera Ucraina sul castello di Lerici e il Consiglio Comunale straordinario indetto per la serata del 3 marzo.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi