Sapori di mare: benvenuti nella nuova rubrica con i muscoli ripieni alla Spezzina

Tempo di lettura: 3 minuti

LA SPEZIA – La storia e la ricetta dei muscoli ripieni alla spezzina, o cozze ripiene, una prelibatezza tipica della tradizione di La Spezia e Liguria. Buon viaggio nel mondo delle ricette Sapori di Mare

Benvenuti alla nostra nuova rubrica culinaria! Oggi apriamo le porte del nostro mondo gastronomico con un piatto che incarna la tradizione e il sapore del Mar Ligure: I Muscoli Ripieni.
Questi frutti di mare, noti anche come cozze, hanno una storia antica che risale al Paleolitico e sono diventati un’icona della cucina locale. Scopriremo insieme la loro preparazione, gli ingredienti e i segreti di una ricetta che ha conquistato i cuori dei buongustai di La Spezia.

La leggenda narra che un giovane garibaldino, affascinato dalla forma delle cozze e dalla loro tenacia nel resistere all’apertura, le battezzò “Muscoli”.
Il termine “muscolo” sembrava appropriato, considerando il duro lavoro richiesto per estrarre questi molluschi dai vivai marini.
Da allora, i muscoli ripieni sono diventati un piatto iconico della zona, apprezzato per la sua ricchezza di sapori e tradizione.

E si narra anche che la ricetta originale dei Muscoli ripieni prevedesse l’uso di interiora di animale, come il cervello.
Tuttavia, con l’arrivo dei laboriosi lavoratori dall’Emilia-Romagna, questa tradizione fu rivisitata e introdotta la mortadella; è curioso vedere come la storia culinaria è spesso un viaggio di influenze e adattamenti, e i Muscoli ripieni alla spezzina ne sono un esempio delizioso.
La mortadella, con il suo sapore unico e la consistenza morbida, ha conquistato i palati mettendola fra gli ingredienti principali
Tuttavia, come tutte le ricette tradizionali, esistono diverse varianti dei muscoli ripieni.
Alcuni omettono la mortadella, altri preferiscono la mollica del pane al pangrattato, altri ancora inseriscono del tonno e c’è chi opta per il pecorino per un tocco di sapore più deciso.

Fu poi nel 1900 che, nella zona del Golfo dei Poeti, nacque il Consorzio degli Ostricoltori.

Questi esperti fornivano istruzioni e guide su come preparare i frutti di mare locali, tra cui ostriche e muscoli.
I muscoli, oltre a essere deliziosi ripieni o cucinati in umido, si sposano alla perfezione anche con la pasta.
Vengono allevati nei vivai del Golfo dei Poeti, tra l’isola del Tinetto e Punta Bianca.

La preparazione dei muscoli ripieni potrebbe essere considerata una vera arte culinaria.
Quindi, la prossima volta che vi trovate a La Spezia, non perdetevi  l’opportunità di assaporare questa delizia marina!

La ricetta

Per preparare i Muscoli ripieni alla spezzina, avrai bisogno di:

1 kg muscoli

 + altri  40 gr per il ripieno

2 uova

90 gr o quanto basta Mollica di pane

50 ml Latte per ammollare la mollica di pane

60 gr mortadella

30 parmigiano grattugiato

Timo, Maggiorana q.b

Muscoli tritati 1 manciata

1 pizzico Sale

2 pizzichi Pepe nero

Per condire:

300 gr passata di pomodoro

1 ciuffo prezzemolo tritato

1 spicchio aglio/ cipolla

Olio extra vergine di oliva q.b.

Sale

La preparazione richiede un pò di attenzione e amore per i dettagli. Ecco come procedere:

-pulire il guscio dei muscoli uno a uno grattandoli con il coltello e togliendo il bisso poi utilizzare una spugnetta di acciaio e sciacquare sotto l’acqua.

-una volta pulite, con il coltello si aprono facendo attenzione a non romperle

-preparate l’impasto di pane bagnato nel latte, mortadella tritata, parmigiano grattugiato, uova, prezzemolo, timo, maggiorana, sale e pepe e frullare tutto

-tritare qualche muscolo e metterlo nell’impasto

-Mescolare e aggiungere i molluschi tritati e riempire dentro il muscolo aperto a libro e richiuderlo delicatamente.

-preparare un po’ di prezzemolo, aglio e olio in un recipiente per farli soffriggere qualche minuto,

-si fanno cuocere in padella aggiungendo passata di pomodoro e un pizzico di sale e pepe.

-Scaldare per 30 minuti con il coperchio a fuoco basso.

-Debora Mastorci-

Ricetta Muscoli Ripieni
Ricetta Muscoli Ripieni

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter