Ultimi Articoli

Trentanovesima Coppa Byron. Torna domani domenica la gara di nuoto estremo su otto chilometri tra 200 sfidanti

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Tempo di lettura: 2 minuti

LERICI – Si disputerà questa domenica 17 luglio nelle acque del Golfo la trentanovesima edizione della Coppa Byron, la nuotata estrema da Portovenere a a Lerici.

Sono otto chilometri di nuotata in acque libere che rappresentano una prova fisica importante per i 200 nuotatori che si sono iscritti quest’anno.

Il 70% sono uomini, la fascia di età più numerosa è quella dai quaranta ai cinquanta anni e solo 15 sono gli atleti agonisti, mentre gli altri appartengono alla categoria master. Il più giovane ha 15 anni e il meno giovane ne ha 76. E’ dunque una sfida che appassiona per la sua difficoltà e che accoglie ogni genere di partecipante. Il tempo migliore da battere per gli atleti agonisti è 1 ora e 20 minuti; per i master 1 ora e 35 minuti: una prova di forza e resistenza assoluta, basti pensare che il battello da Portovenere a Lerici impiega circa 40 minuti.

Il tempo limite per concludere la gara è di un’ora e mezzo dopo l’arrivo del primo master, quindi un tempo di circa tre ore. La maggioranza dei partecipanti conclude la prestazione dell’arco di circa 2 ore.

La partenza è prevista da Portovenere per le ore 14 e la premiazione a Lerici per le 18 circa.

I punteggi ottenuti dai partecipanti faranno punti per il ranking di riferimento, essendo la gara patrocinata dalla FIN.

“Ritorniamo dopo due anni di stop. La chiusura prolungata delle piscine e di conseguenza la riduzione degli allenamenti rende la sfida per i nuotatori ancora più interessante” osserva Massimo Castagneto, organizzatore della competizione che continua: “Il numero dei partecipanti si è ridotto notevolmente rispetto a prima del Covid; nel 2019 la gara ha contato 350 presenze. Le condizioni del mare saranno ottime, da quando abbiamo spostato la competizione a luglio, su questo fronte andiamo molto meglio”.

Oltre ai premi ai primi tre classificati uomini e donne per la categoria agonisti e master, verranno anche consegnati premi speciali, messi a disposizione dagli sponsor che andranno al più giovane, al meno giovane, all’atleta che viene da più lontano, e cosa inusuale quanto onesta, verrà premiato con un’opera creata appositamente da un artigiano spezzino, l’ultimo classificato. “Ringrazio il Lerici Sport, l’Amministrazione Comunale di Lerici che ci ha aiutato e sostenuto molto, le varie associazioni che hanno messo a disposizione i loro mezzi ed Stl, grazie davvero” conclude Castagneto.

“La coppa Byron è un’istituzione. E’ di tutti, giovani e meno giovani, agonisti e non. E’ un patrimonio che conserviamo e perpetuiamo negli anni. Ritorna dopo due anni, dopo due stagioni di allenamenti irregolari, quindi una prova fisica da non sottovalutare per tutti i partecipanti. L’Amministrazione Comunale sostiene lo sport, quello fatto di passione, di impegno, costanza e determinazione. Domenica sarà un piacere premiare, con una coppa offerta dal Comune di Lerici la donna che avrà ottenuto il miglior tempo in assoluto. Auguro a tutti gli atleti una buona competizione” così il consigliere delegato allo sport Massimo Carnasciali.

Tutti i diritti sono riservati

Iscriviti alla nostra newsletter

Privacy Policy

Iscriviti alla nostra newsletter

Altri Articoli Pubblicati

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi