Massimo Perotti: approviamo la migliore semestrale nella storia del Sanlorenzo

Tempo di lettura: 2 minuti

Riviste le stime per il 2021 dopo i primi sei mesi 2021 positivi, questi i dati del Sanlorenzo: ricavi netti dalla vendita di nuovi yacht a 263,6 milioni di euro (+43,2% rispetto al primo semestre del 2020), un EBITDA rettificato a 40,4 milioni di euro (+56,8%) e un risultato netto a 21,2 milioni di euro  rispetto ai 10,5 milioni di euro del primo semestre 2020.

“Approviamo la migliore semestrale nella storia del Sanlorenzo – ha commentato Massimo Perotti, presidente e CEO della società – Abbiamo appena presentato quattro nuovi modelli al salone di Cannes e prevediamo il lancio nel 2022 di tre nuove linee, una per ciascuna divisione in segmenti inesplorati da Sanlorenzo”.

Gli investimenti dei primi sei mesi del 2021 ammontavano a 12 milioni di euro (12,4 milioni di euro nel primo semestre 2020). La posizione finanziaria netta è di 26,4 milioni di euro di cassa (3,8 milioni di euro di cassa netta al 31 dicembre 2020 e 23,5 milioni di euro di indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2020), con un miglioramento di 49,9 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente dovuto alla forte generazione di cassa a livello operativo. Il backlog al 30 giugno 2021 ammonta a 810,7 milioni di euro, in crescita di 245,1 milioni di euro rispetto al dato al 30 giugno 2020 (565,6 milioni di euro) e di 401,9 milioni di euro rispetto al dato al 31 dicembre 2020 (408,8 milioni di euro).

Alla luce dei risultati al 30 giugno 2021 e tenuto conto della successiva evoluzione del portafoglio ordini (1.011,8 milioni di euro al 31 agosto), la società ha rivisto al rialzo la guidance confermando le aspettative di una crescita a doppia cifra, con ricavi netti tra 565 e 575 milioni, l’EBITDA tra 92 e 94 milioni, il risultato netto di gruppo tra 47 e 48 milioni di euro.

Sono previsti infine nel secondo semestre investimenti per 17,9 milioni di euro per l’acquisizione di infrastrutture industriali adiacenti agli stabilimenti di Viareggio, Massa e La Spezia che “si tradurrà in un aumento della capacità produttiva per accelerare le vendite”.

Nella foto: Massimo Perotti con il presidente dell’Autorità portuale Mario Sommariva al convegno della Uil

Condividi :

Altri Articoli :

Iscriviti alla nostra newsletter